Pubblicato da: fabiotrezzi | lunedì, 11 febbraio 2008

Recuperare i dati

Nel post precedente abbiamo segnalato un tool che vi permette di sapere in anticipo quando un disco sta per bruciarsi irrimediabilmente, ma cosa fare se il disco comincia già a dare segni di instabilità e Finder non riesce a copiare i dati ? O se avete bisogno di dati presenti su un CD che contiene troppi errori? Il terminale in questo caso può essere la vostra salvezza. Per esperienza personale già provare a copiare dati usando il comando cp dal terminale porta a risultati migliori che usando il Finder ovvero la copia è meno suscettibile ad errori e prosegue anche se qualche file risulta illeggibile. Se però questa semplice accortezza non bastasse avete a disposizione due tool che vi permettono di creare una copia del disco di basso livello, copiando cioè i bit uno ad uno senza chiedersi cosa effettivamente contengano. Un primo sistema è usare dd, un comando presente nei sistemi *nix (e quindi in Mac Os X) che permette di copiare una sorgente dati in un altra e nel nostro caso il contenuto di un disco (CD, hard disk, chiavette…) in un file. La sintassi è molto semplice:

dd if=”sorgente di input” of=”dove scriveremo” bs=”dimensione dei blocchi”

ad esempio nel mio caso per copiare tutto il contenuto di un cd in un file di prova chiamato “immagine.iso”

dd if=/dev/disk1 of=immagine.iso bs=512

A questo punto anche se il vostro disco cesserà di essere accessibile avrete una copia del suo contenuto dalla quale cercare di estrarre tutti i dati possibili.Un altro comando molto comodo, che però non è già presente in os x è ddrescue. ddrescue funziona esattamente come dd solamente che è in grado di gestire un maggior numero di errori in cui può incappare il programma durante la copia di dati da una sorgente inaffidabile. Per installarlo potete usare sia fink che i macports e una volta in vostro possesso potete digitare:

ddrescue -v “origine” “immagine salvata” “file di log”

per cui per il caso precedente potremmo scrivere

ddrescue -v /dev/disk1 immagine.iso MyVolRescue.log

Ricordatevi che molte di queste operazioni lavorando ad un livello molto basso hanno bisogno dell’accesso root per essere eseguite quindi andranno precedute da “sudo” quando vengono lanciate. Per maggiori informazioni potete fare riferimento alle man page per dd (aprite il terminale e digitate “man dd”).


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: